Premi e riconoscimenti

PREMI LETTERARI: PER L'OPERA COMPLESSIVA: il Premio Biella Cultura (1992), il Premio Dubovica-Hvar (1993), il Grand Prix Schiller (2000).  PER LA NARRATIVA: il Premio Inedito (1973), (Carta d’autunno, Mondadori); il Lago Maggiore (1991), (La notte di Apollo, Rusconi, finalista al Premio Strega). PER LA SAGGISTICA: il Premio internazionale del Mediterraneo (1981), presid, Giacarlo Vigorelli; il Premio Selezione Napoli (Puck, Piemme). PER LA POESIA: il Premio Amalfi  (1968), assegnato da Salvatore Quasimodo; Il Premio Cervia (1969 ),(presidente Carlo Bo) il premi internazionali Etna-Taormina (1986), finalista al Premio Viareggio (I passeri di Horkheimer, Pantarei, 1969), il Premio Fregene 1980 (Lo specchio greco, S.E.I., e Oscar Saggi).  PER LA BIOGRAFIA: il Premio Comisso-Treviso (Saffo di Lesbo, Rusconi e Bompiani 2003).  E ancora, i premi: Bartolo Cattafi, (pres. Leone Piccioni), Dino Buzzati (pres. Giulio Bedeschi). 

Hanno riconosciuto la singolarità della sua voce, lontana da ogni moda e corrente, ma aperta alle più urgenti tematiche contemporanee, critici illustri come: Allen Mandelbaum, Mladen Machiedo, Jean-Charles Vegliante, Alice Vollenweider, Maria Corti e tanti altri, compresi poeti come Vittorio Sereni, Ciril Zlobec, Mario Luzi, Roberto Sanesi, Ovviamente hanno apprezzato la sua opera i presidenti delle giurie che agli hanno assegnato premi leterari, quali Salvatore Quasimodo, Carlo Bo, Leone Piccioni, Giancarlo Vigorelli, Maria Bellonci, Sergio Zavoli, Claudio Marabini, Giulio Bedeschi, o gli autori di prefazioni come Giuseppe Prezzolini e altri come il poeta Tonko Maroević.

Importanti anche le colaborazioni in campo artistico (Grytzko stesso mava disegnare, spesso con la biro) a cominciare dalle numerose edizioni d’arte ralizzare con artisti come Hans Richter, Eugenio Carmi, Agostino Bonalumi, Lydia Silvestri, Ivan Rabuzin, Gregor Masurovski, M.L. de Romans, Nag Arnoldi, ecc. Un caso singolare ( anche per i "legami affettivi" con il personaggio letterario "nato" a Tirano), costituisce la sua partecipazione alla cartella d'arte dedicata all'allora principessa Paola del Belgio, della Partenza del Crociato. Ballata del Prode Anselmo di Giovanni Visconti Venosta con versi di Umberto Eco, Giorgio Luzzi, Grytzko Mascioni. !7 acquarelli di Marilena Garavatti e un disegno di Livio Benetti, un testo di Renzo Sertoli Salis, a cura di Bruno Ciapponi Landi, edizione del Museo Etnografico Tiranese e del Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio, Bormio 2001.
   Premio "Dea Madre" conferito a Grytzko Mascioni e ad altri dalla Provincia di Sondrio nel 1983 

Il riconoscimento fu assegnato nel 1983 a cinque convalligiani affermati nell'ambito della cinematografia, in occasione della prima edizione di "Lombardia Cinema e TV" promossa e organizzata dalla Provincia di Sondrio con l'apporto della Regione Lombardia e del Comune di Sondrio. Dopo tre edizione  la manifestazione si trasformò  nella Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi - Sondrio festival che si organizza tuttora http://www.sondriofestival.it/it

Nel 1992 il Lions Club Sondrio Host conferì il  riconoscimento del Lions d'Oro a Grytzko Macioni con la seguente motivazione:
"Nato a Villa di Tirano il 1° dicembre 1936 da famiglia originaria di Brusio nel Canton Grigioni è cresciuto in ambito retico, fra Valtellina, Engadina e Val Poschiavo. Poeta, narratore, saggista, autore di teatro, studioso di poesia greca antica e di arte contemporanea ha pubblicato una quindicina di raccolte di versi e alcuni importanti volumi presso prestigiose case editrici italiane. Alcuni suoi lavori sono stati tradotti in varie lingue e figurano in diverse antologie. Dapprima come redattore, autore di testi, servizi e rubriche culturali, e poi come regista, ha firmato numerose e apprezzate produzioni della Radio Televisione della Svizzera Italiana della quale è stato collaboratore fin dalla fondazione. In queste vesti ha operato dividendosi fra Svizzera, Italia, Francia e Grecia. Per l’ente televisivo elvetico è stato infine responsabile dei programmi dello spettacolo e delle relazioni esterne fino alla recente nomina da parte del Ministero degli esteri a direttore dell’Istituto di cultura italiana di Zagabria. La prestigiosa carriera di Grytzko Mascioni, il complesso della sua opera e l’affettuoso ininterrotto legame con la terra natale, lo rendono degno di quel Lion d’Oro che il Club di Sondrio riserva ai valtellinesi migliori."

http://www.lionssondriohost.com/LionsOro.html?anno=1992

Nel 2000 riceve il Gran Premio Schiller, il più prestigioso premio letterario svizzero

 

 

 

A pochi mesi dalla morte il Comune di Villa di Tirano decise di intitolare a Grytzko Mascioni l’auditorium annesso alla biblioteca comunale. La cerimonia si tenne il 12 aprile 2004, con la collaborazione e il patrocinio dell'associazione.

Ritratto di Grytzko Mascioni è stato realizzato nel 2003 dalla pittrice italo-svizzera Wanda Guanella Gschwind in omaggio al poeta conterraneo, in casuale coincidenza con i giorni della morte dello scrittore a Nizza.

Il 1° ottobre 2011, per iniziativa dell'associazione e del Comune è stata inaugurata a Villa di Tirano, con la partecipazione di una delegazione del Pen Club italo-svizzero e retoromancio di Lugano, una targa ricordo posta sulla casa natale di Grytzko. L'epigrafe, dettata da Giorgio Luzzi, recita: In questa casa, il 1° dicembre 1936 nacque Grytzko Mascioni, poeta, narratore, saggista, uomo di cinema, operatore culturale dei media televisivi, scrittore di teatro e di arti visive, ambasciatore della cultura italiana in paesi dell'Est europeo, cittadino europeo per vocazione ed elezione, cuore assiduamente aperto ai suoi luoghi di origine, morto a Nizza nell'estate 2003. La sua terra, con gratitudine e salda custodia di memoria e spoglie, ne affida a queste pietre la durata. Villa di Tirano, 1 ottobre 2011.

Per i suoi meriti letterari e per gli incarichi espletati alla guida di Istituti di cultura italiana all'estero fu insignito dell'onorificenza di commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

 

 


 

Ultime news

18/10/2017

Questa associazione, sorta per valorizzare la figura la figura e l’opera intellet­tuale...

Leggi tutto

09/08/2015

Il supplemento letterario de Il sole 24 ore di oggi (domenica 9 agosto) pubblica una recensione d...

Leggi tutto

03/08/2015

 

SARA’ PRESENTATA L’OPERA OMNIA POETICA CURATA DA SIMONE ZECCA E ...

Leggi tutto